DE-STRUCTURED PHOTOS OF CRACKS (AND RE-COMPOSED IN A GRAPHIC LAYOUT) #17

© Roberto Alborghetti

There is a crack, a crack in everything/ That’s how the light gets in, Leonard Cohen

We live in a planet of cracks. And cracks may be considered as a life’s metaphor and “an active aesthetical appreciation” of what we call the disturbing elements of imperfection. In cracks magnifications we may see and find interesting textures and surprising values, because “there is a crack in everything, that’s how the light gest in”.

In the photos: cracks and scratches on paper of decomposed publicity posters on a billboard. The photographs or macro-photographs of the “Lacer/actions” project are not manipulated or enhanced with digital systems or softwares.

For infos: okayredazione@gmail.com

*

“C’è una crepa, una crepa in ogni cosa / È così che entra la luce”, Leonard Cohen

Viviamo in un pianeta di crepe. E le crepe possono essere considerate come una metafora della vita e “un attivo apprezzamento estetico” di ciò che chiamiamo “gli elementi di disturbo dell’imperfezione”. Negli ingrandimenti delle crepe possiamo vedere e trovare trame interessanti e valori sorprendenti, perché “c’è una crepa in ogni cosa, è così che entra la luce”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...